Principio di minimizzazione dei dati e GDPR

Principio di minimizzazione dei dati e GDPR

Principio di minimizzazione nel GDPR

Del principio di minimizzazione avevamo già fatto cenno in un precedente articolo. Oggi parleremo di questo principio più nel dettaglio. Innanzitutto: in quale articolo del GDPR troviamo la sua regolamentazione? Nell’art. 5, par. 1 lett. c).

A cosa si riferisce questa minimizzazione?

  1. alla minimizzazione dei dati soggetti al trattamento;
  2. alla limitazione delle finalità del trattamento.

Articolazione del principio di minimizzazione in più sotto-principi

Questo principio si contraddistingue dall’articolarsi in più sotto-principi:

  • Principio di adeguatezza: significa che i dati oggetto di trattamento devono costituire un set completo e sufficiente. Cioè i dati sono adeguati se si presentano in una quantità completa e sufficiente alle finalità che voglio raggiungere.
  • Principio di pertinenza: ossia i dati raccolti e trattati devono essere strettamente collegati alle finalità del trattamento.
  • Principio di limitazione dei dati: che potrebbe anche essere definito come principio di non eccedenza. Quindi, in base al principio di limitazione dei dati, la quantità di dati non deve essere eccedente rispetto agli scopi che con quei dati vogliamo raggiungere.
  • Principio di proporzionalità: si ricava dal rispetto dei principi di pertinenza e non eccedenza. Consiste nel trattare i dati in modo proporzionale ai dati stessi.
  • Principio di esattezza: significa che i dati devono essere esatti, nel senso che se non lo sono, devono poterci essere rettifiche per evitare ripercussioni sulle finalità.
  • Principio di limitazione della conservazione: ossia i dati personali devono essere conservati per il periodo di tempo minimo necessario al conseguimento delle finalità. Raggiunta questa finalità, se non è più necessaria la conservazione, i dati non devono essere più conservati, ma devono essere cancellati o resi anonimi. Purtroppo il GDPR si riferisce ad un “periodo” di tempo in modo generico. Il problema che origina da questa ambiguità nella definizione di “periodo minimo”, è che difficilmente l’interessato potrà contestare l’utilizzo dei suoi dati oltre questo periodo.

Sonia Lavoratti

    COME CI HAI CONOSCIUTO? (scegli)
   

 

Se ti sono stato di aiuto, ti chiedo di condividere questo articolo.
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
https://www.nardoniweb.com/principio-di-minimizzazione-dei-dati-e-gdpr/
Pinterest
Pinterest
LinkedIn
Instagram
Tags: , , , , , , , ,