Navigatore satellitare: guida all’acquisto

Per lavoro o per svago, in mazzo a strade non conosciute, la tecnologia ci è venuta incontro con il navigatore satellitare.

E’ vero che con i nostri smartphone e con applicazioni come Google Maps abbiamo a disposizione un servizio simile, ma un navigatore satellitare offre risultati sicuramente migliori. Vediamo allora le principali variabili da tenere presente al momento dell’acquisto di questo utile strumento: schermo e visualizzazione, connettività, mappe, informazioni sul traffico.

1. Schermo e visualizzazione

Due sono le principali modalità di visualizzazione del percorso: la modalità mappa e quella nota come “volo d’uccello“. Entrambe sono a due dimensioni: mostrano il percorso su un piano orizzontale, senza la presenza di rilievi o edifici. La mappa è utile per visualizzare il tragitto interamente, mentre il volo d’uccello è più utile durante la guida dal momento che rende l’orientamento più semplice. Nei modelli più avanzati è presente anche la visualizzazione in 3D grazie alla quale sono visibili edifici e immagini in tre dimensioni.

Per quanto riguarda lo schermo, generalmente i navigatori sono widescreen: adottano una proporzione 16:9, con dimensioni che variano dai 4,3 pollici ai 7 dei modelli di fascia più alta. Generalmente, i 5 pollici sono un compromesso utile, sia da un punto di vista economico che di praticità.

La risoluzione dello schermo non è un elemento prioritario in un navigatore, ma comunque i vari modelli si differenziano anche sotto questo punto di vista: i navigatori di fascia più bassa partono da risoluzione inferiori 480 x 272 px, ed i modelli di fascia alta da circa 800 x 480 px.

2. Connettività

E’ estremamente utile che il nostro navigatore possegga connessione sia ad Internet sia con altri dispositivi. La maggior parte è infatti equipaggiata dal Bluetooth, che consente di collegare il navigatore al telefono.

Nei dispositivi di fascia alta è anche possibile scaricare un’app sullo smartphone per il controllo del navigatore sul proprio telefono, consentendo anche il controllo vocale (inviare comandi a voce, senza l’utilizzo delle mani).

Generalmente ogni navigatore permette il collegamento tramite USB a un computer per poter aggiornare il sistema operativo e le mappe. Utilissima sotto questo punto di vista è la presente di uno slot per una scheda Micro SD che aumenta la memoria interna del dispositivo.

 3. Mappe

Un navigatore offre una maggiore precisione e stabilità rispetto agli smartphone. E’ importante verificare al momento dell’acquisto il pacchetto delle mappe gratuite e quali sono le modalità di aggiornamento delle mappe. In genere, l’offerta base copre circa 22 paesi dell’Europa centrale e occidentale, mentre le offerte migliori arrivano a 57 paesi. Mappe aggiuntive possono essere installate dopo pagamento in un secondo momento.

Oltre a questo, dobbiamo considerare se e come le mappe possono essere aggiornate e se comporta costi aggiuntivi. Generalmente, gli aggiornamenti sono gratuiti per le mappe base, già presenti al momento dell’acquisto del dispositivo. Gli aggiornamenti possono essere facilmente installati grazie ad un software sul computer e da lì collegarle al navigatore tramite cavo USB.

4. Informazioni traffico

Altro fattore da tenere in considerazione è quello sulle informazioni su traffico e viabilità, sia in tempo reale che non. Una funzione aggiuntiva che può essere molto apprezzata è quella della segnalazione di autovelox, o di deviazioni e lavori in corso. Spesso questi servizi sono a pagamento o vengono offerti gratuitamente per un breve periodo di tempo. Solo i navigatori di fascia alta garantiscono più servizi già inclusi all’acquisto. Comunemente le informazioni offerte riguardano:

  • autovelox
  • tempi di percorrenza intelligenti
  • calcolo del percorso intelligente
  • ricerca parcheggio
  • segnalazione eventi (cantieri, incidenti, manifestazioni ecc.).

5. Prezzi: fascia alta e fascia media

Inutile a dirsi che navigatori di qualità superiore, dotati di più servizi ed opzioni, costano di più. Le fasce di prezzo sono:

  • Fascia bassa: 80-100 euro. Mappe per circa 20 paesi con aggiornamenti gratuiti; connessione solo a computer; servizi informazioni offerti in prova.
  • Fascia media: 140-180 euro. Mappe per circa 50 paesi con aggiornamenti gratuiti; connessione Bluetooth; alcuni servizi inclusi a vita.
  • Fascia alta: 250-300 euro. Mappe per tutto il mondo con aggiornamenti gratuiti; connessione Internet e Bluetooth; diversi servizi inclusi a vita.

Consigli per l’acquisto

Sul mercato sono disponibili tanti tipi di navigatore diversi. Un consiglio utile per l’acquisto è quello di verificare anche online il prezzo perché spesso è inferiore rispetto a quello in negozio e sono offerte anche alcune opzioni pacchetto (acquistando un navigatore è incluso un servizio informazioni a vita). Ci sono poi modelli che includono nell’acquisto la custodia per il tuo navigatore. Prima della tua scelta valuta quali sono le tue esigenze ed in base ad esse confronta i dispositivi più vantaggiosi.

Tra i migliori navigatori possiamo segnalare:

  • TomTom Start 52: navigatore economico (vedi fascia bassa). Display da 5 pollici
  • Garmin Drive 40 CE LMT: navigatore di fascia media. Presenti info traffico e Bluetooth. Display da 5 pollici. Mappe aggiornate per 45 paesi.
  • TomTom GO 520: navigatore di fascia alta. Dispone di Tutor e autovelox. Display da 5 pollici.

    COME CI HAI CONOSCIUTO? (scegli)
   

Seguici
Tags: , , , , ,