I GUEST POST FUNZIONANO?

I GUEST POST FUNZIONANO?

I guest post, la cui traduzione letterale è “articolo ospite” e la link building rappresentano degli elementi fondamentali per la strategia SEO per il posizionamento sui motori di ricerca di un siro web.  La pratica del guest posting consiste nel “lasciare sul blog di qualcun altro un nostro articolo”, cioè significa scrivere un contenuto per un blog che non è il proprio. In un guest post, necessariamente, ci dovrà essere non solo la vostra firma, ma anche un backlink, ovvero un link di ingresso al vostro portale, ottenendo un doppio vantaggio dovuto al link building esterno.

Dopo la definizione e l’analisi delle parole chiave di riferimento (keyowords), esse andranno inserite negli articoli e poi pubblicati su blog che trattano argomenti inerenti quell’articolo.

E’ stato notato che l’efficacia di un guest post come strumento per fare SEO è molto alta, e la conferma arriva da recensioni di clienti e da performance raggiunte su Google in termini di posizionamento.

Proviamo a tracciare una guida di quelli che sono i passaggi del guest blogging.

Per prima cosa, devi provare a rispondere alla domanda: Perché vuoi pubblicare un guest post? Il guest post deve essere un articolo speciale, in grado di suscitare curiosità, deve essere unico. Ecco perché il guest blogging come pratica funziona, ma deve essere gestito con cura.

A questo punto, se vuoi pubblicare un guest post, e quindi vuoi farti conoscere per sponsorizzare e intercettare un pubblico utile al tuo progetto, devi cercare dei blog utili. Per fare questo, Google ti aiuta a cercare i blog del settore di tuo interesse che potrebbero ospitare guest post, ma ci sono tanti altri modi che ti aiutano a reperire fonti e blogger disposti ad accettare i tuoi contenuti.

Anche l’analisi backlink dei tuoi concorrenti è un modo per trovare blog, ed un tool per guardare i blog in linea con il tuo argomenti è Freedly, che suggerisce alcune raccolte di blog che ti possono interessare, ed aiutarti quindi a scoprire nuove occasioni.

 

Ma come faccio a valutare un blog?

Una volta trovato il blog, resta da capire se è effettivamente adatto al tuo scopo. Se il blog è indicizzato, è in linea con il tuo progetto e ti sembra che abbia una buona immagine, allora potrebbe essere quello giusto. Hai comunque bisogno di altri indicatori che definiscano la bontà di un blog, e di tool raffinati, come Seozoom e Semrush, dove puoi ottenere informazioni sul traffico ipotetico, sulle stime di crescita e sulle parole chiave con le quali si posiziona.

 

 

Seguici